Clitennestra

di e con Anna Zago
Theama Teatro

La storia di questa Clitennestra offre lo spunto a importanti riflessioni sulla natura del diritto e della giustizia, sullo stupore come scoperta e
come delusione, come improvvisa rivelazione della durezza della vita. La complessità e la modernità del personaggio sono innegabili.

Clitennestra-37-min-scaled

Lo spettacolo 

Clitennestra è il prototipo dell’infamia femminile: crudele, violenta, adultera e assassina è l’incarnazione del male e delle scelte scellerate: per i Greci è una kynopis, faccia di cagna, un vero e proprio mostro. Uccide il marito Agamennone e la sua amante, la schiava Cassandra, a colpi di scure.

Ma anche di un’altra storia racconterà Anna Zago in scena, una vicenda a lungo taciuta, fatta di soprusi, attese e tradimenti che la narrazione ufficiale del mito ha spesso censurato.

E la storia di questa Clitennestra, non tanto diversa dai numerosi casi di donne criminali dei nostri giorni, offre lo spunto a importanti riflessioni sulla natura del diritto e della giustizia, sullo stupore come scoperta e come delusione, come improvvisa rivelazione della durezza della vita.

La complessità e la modernità del personaggio sono innegabili: la sua inquietudine, la sua sete d’indipendenza, la sua determinazione, la sua tragicità. Clitennestra ha tradito, ma è stata tradita, ha ucciso il marito, che aveva ucciso e sacrificato agli dei la loro figlia Ifigenia. E l’urlo di dolore, la rabbia sconfinata, la solitudine sofferta, l’infinito desiderio di vendetta, ci sono tutti nel potente monologo. Il verdetto è già scritto: nessuna possibilità di redenzione, Clitennestra è una donna non rieducabile. Ma forse, questo nuovo tribunale potrebbe forse giudicarla diversamente.

Emarginata e confinata dal mito nel girone infernale dei colpevoli e dei reietti, Clitennestra nell’edizione di Anna Zago, rovescia questo gioco, sfrutta la nostra necessità di sentir perdonate le nostre colpe attraverso lo specchio oscuro delle sue, per spiegarci cosa l’ha condotta dentro la gabbia dell’onta e del disprezzo.

Noi torniamo da Clitennestra per liberarci dal male; Clitennestra viene a noi e ci chiede, a sua volta, di liberarla. E in questo feroce, disperato rapporto, c’è tutto il senso sacro del teatro.

Spettacolo realizzato per 73° Ciclo Spettacoli Classici Teatro Olimpico Vicenza.

Con la collaborazione di:

Drammaturgia: Anna Zago
Interprete: Anna Zago
Regia: Piergiorgio Piccoli
Luci e fonica: Franco Sinico

L'associazione 

L’Associazione "Theama Teatro" è nata nel 2001 dalla collaborazione di operatori culturali dalle molteplici competenze teatrali, didattiche, tecniche ed artistiche, che da molti anni si occupano di spettacolo dal vivo e formazione.

Lo scopo primario dell’Associazione è la valorizzazione e la diffusione dell’arte, dello spettacolo e della cultura, tramite la formazione, le rappresentazioni, le accademie teatrali, la gestione di spazi, gli eventi e i progetti speciali.

L’attività di produzione degli spettacoli è invece dedicata al repertorio della nuova drammaturgia (moderna e contemporanea), alle rielaborazioni delle opere classiche, ai testi della tradizione popolare e ai progetti multimediali, con l’obiettivo di coinvolgere e formare anche un pubblico giovane. Il mercato al quale si rivolge la produzione degli spettacoli è sia quello regionale che quello nazionale. Ricordiamo per quest’ultimo la produzione degli spettacoli: “The looking glass”, “Amleto”, “Confidenze troppo intime”, “Signore e Signori”, “Mr. Green”, “Le Cognate”, “Ex Marito in busta paga”.

Le collaborazioni più prestigiose, fra le altre, sono state quelle di: Philippe Leroy, Maximilian Nisi, Anna Valle, Natalino Balasso, Massimo De Francovich, Tiziano Scarpa, Massimiano Bucchi.

Per quanto riguarda il settore formazione, "Theama Teatro" si occupa dell’organizzazione e la conduzione di corsi che mirano ad accrescere le conoscenze degli allievi nel campo dell’arte, dello spettacolo, della comunicazione, del lavoro di gruppo e della crescita personale. Questa azione viene svolta anche in moltissime scuole in collaborazione con le Istituzioni Didattiche e con la creazione di adeguati osservatori, momenti di confronto e incontri di approfondimento.

Per maggiorni informazioni www.theama.it

Info e biglietti

Gli spettacoli di teatro si tengono il sabato sera e sono preceduti da una cena a tema, a menu fisso, che si svolge nello spazio della platea.
Il menu è consultabile all’inizio di ogni settimana sul sito e sulla pagina Facebook di Barco Teatro (su richiesta, preparazione di alternative vegetariane o rispettose di eventuali
allergie/intolleranze alimentiari dichiarate).

€ 50.00 (cena + spettacolo) - inizio ore 19.30
Il costo comprende la cena (con vino e acqua compresi) e biglietto spettacolo (posti assegnati).

€ 15 (solo spettacolo) - inizio ore 21:30

Prenota teatro